IL MINISTERO DELL’ISTRUZIONE IN VISITA ALL’ACCADEMIA

By Marzo 3, 2012 Novembre 24th, 2018 Archivio news 2012

Il 3 marzo scorso a Genova si è svolta la visita del sottosegretario al ministero dell’Istruzione Elena Ugolini, presso l’Accademia Italiana della Marina Mercantile, in via Oderico 10.
Obiettivo del ministero (era presente anche Luigi Fiorentino capo di gabinetto all’Istruzione), era quello di approfondire la conoscenza dell’ITS genovese, quale modello funzionante del rapporto tra mondo della scuola e del lavoro.

La particolare attenzione che i recenti tragici avvenimenti hanno catalizzato sulla formazione tecnica e umana degli equipaggi, ha fatto parlare molto dell’Accademia, vero centro di eccellenza nel settore dell’istruzione rivolta gli allievi ufficiali, sia di coperta che di macchina, provenienti da tutta Italia.
La visita da parte del ministero ha rappresentato un significativo gesto di attenzione da parte dell’autorità di governo nei confronti di una realtà che offre ai giovani italiani opportunità reali e tangibili nel mondo del lavoro marittimo.
Oggi -ha commentato Elena Ugolini al termine della visita in Accademia- è stata un’importante occasione per vedere realizzato ciò che noi vorremmo vedere per il nostro Paese: questo è il modello su cui dovrà uniformarsi tutta la filiera dell’istruzione tecnica professionale in Italia; così vorremmo che fossero costruiti gli altri ITS. Sarà compito del governo andare incontro alle realtà esistenti come questa, aiutando quello che già funziona bene.
I rappresentanti del ministero sono stati accolti sulle note dell’Inno della Marina Mercantile Italiana, eseguito dai musicisti del conservatorio N.Paganini di Genova; a riceverli, oltre agli allievi e ai soci fondatori dell’Accademia, Eugenio Massolo e Daniela Fara (rispettivamente presidente e direttrice della Fondazione), Alessandro Repetto (presidente Provincia di Genova), Sergio Rossetti (assessore alla formazione Liguria), Mario Mattioli (vicepresidente e delegato nazionale per la formazione di Confitarma), Renato Causa (responsabile Formazione di Grandi Navi Veloci) e Graziano Padroni (crew manager di PB Tankers).