PERCORSI ITS – SUPERVISIONE E INSTALLAZIONE IMPIANTI DI BORDO

Gli Obiettivi

Il Percorso si propone di formare una figura professionale specializzata nella supervisione delle fasi di realizzazione degli impianti di bordo nel rispetto dei programmi di produzione, delle regole sulla sicurezza, degli standard qualitativi e delle previsioni di budget.  Si tratta di un profilo che ha competenze specifiche di tipo tecnico-scientifico tali da interfacciarsi, da un lato con i progettisti e dall’altro con gli esecutori delle installazioni di bordo, attraverso l’interpretazione della documentazione tecnica di progetto e l’applicazione delle procedure e degli standard di produzione.

Destinatari

Si rivolge a coloro in possesso di un diploma quinquennale di Scuola Secondaria Superiore fra quelli indicati alla pagina “Requisiti”.

N.B. Per i candidati che hanno conseguito il titolo di studio richiesto all’estero si richiede equipollenza (rilasciata da MIUR – Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca) o attestazione di valore (rilasciata dall’Ambasciata Italiana del paese di provenienza).

Durata

La durata complessiva del corso è di 2 anni.

Requisiti

  • Età compresa tra i 18 e i 29 anni alla scadenza dell’Avviso;
  • Diploma quinquennale di Scuola Secondaria Superiore tra i seguenti (Tecnico Trasporti e Logistica – Conduzione del mezzo (coperta),  Gestione impianti e apparati (Macchina), Conduzione del mezzo (aeronautico),  Costruzione del mezzo e Logistica), Tecnico informatica e telecomunicazioni, Tecnico elettronica ed elettrotecnica,  Tecnico meccanica, meccatronica ed energia,  Tecnico costruzioni, ambiente, territorio, Liceo Scientifico;
  • Buona conoscenza della lingua italiana e inglese;
  • Cittadinanza UE.

NOTA BENE:

  • L’avviso di selezione quando verrà pubblicato potrà contenere modifiche ai requisiti, pertanto si invita a leggere ogni avviso di selezione con estrema attenzione.

Sbocchi Professionali

Il titolo conseguito risponde ai fabbisogni formativi del contesto della cantieristica navale garantendo agli allievi una formazione ampia che contempli la capacità di gestire processi operativi analoghi, ma differenti tra loro sotto il profilo organizzativo e dell’utilizzo delle risorse umane e impiantistiche. In questo modo la figura professionale di riferimento potrà esercitare la professione sia nel contesto della produzione tipica del cantiere navale sia negli ambiti delle riparazioni e trasformazioni navali.

LA FIGURA PROFESSIONALE

CANTIERISTICA NAVALE

Il Tecnico Superiore per la Supervisione e l’Installazione di Impianti di bordo:

  • Organizza e gestisce la sistemazione, il montaggio e la messa in funzione degli impianti di bordo.
  • Realizza il prodotto di competenza in conformità alle specifiche tecniche fornite, agli standard qualitativi e ai tempi e costi definiti.
  • Padroneggia la conoscenza delle caratteristiche dei materiali impiegati per i componenti di impianto.
  • Assicura la corretta gestione delle risorse umane e impiantistiche, garantendo l’osservanza delle norme contrattuali e di sicurezza sul lavoro.
  • Supporta l’attività di consegna del prodotto con gli enti di classifica, le società armatrici e le autorità marittime anche militari.
  • Gestisce gli interventi di riparazione in officina e a bordo-nave.
  • Supporta la corretta soluzione delle “non conformità” di competenza individuando le azioni correttive da apportare in accordo con gli enti interessati.
  • Esegue le verifiche e i collaudi sugli impianti, in base alle procedure tecniche prestabilite.