qualità

L’Accademia italiana della Marina Mercantile è stata riconosciuta come Fondazione nel gennaio 2011, con la denominazione di: “Fondazione Istituto tecnico superiore per la mobilità sostenibile – Settori trasporti marittimi e pesca”.
Scopo della Fondazione, che è partecipata dai principali soggetti del cluster marittimo nazionale, è di operare per la formazione delle figure apicali del trasporto marittimo (in particolare gli Ufficiali) e di promuovere la ricerca e l’innovazione formativa nel settore.

L’Accademia opera in stretta sinergia con il Fondo Nazionale Marittimi e il MIUR, nella formazione degli Allievi Ufficiali. L’Accademia riceve finanziamenti, per la formazione degli Allievi Ufficiali, in larga parte provenienti dal Fondo Nazionale Marittimi – risorse derivate dai contributi provenienti dalle Società e Compagnie di Navigazione in base alla normativa “tonnage tax” -, dal MIUR e dalla Regione Liguria. L’Accademia sviluppa inoltre altre attività, a favore delle imprese del cluster marittimo, sia nel campo della formazione, della progettazione, degli studi e delle ricerche, con finanziamenti sia pubblici che privati. Nel 2008 è stata avviata la Sezione Internazionale dell’Accademia attraverso IMSSEA (International Maritime, Safety, Security & Enviroment Academy), mediante un agreement tra il Ministero degli Affari Esteri e l’IMO di Londra.

La Politica per la Qualità dell’Accademia Italiana della Marina Mercantile, coerentemente con quanto espresso dalla Mission, esprime la volontà della Direzione di raggiungere specifici obiettivi formativi: l’alta formazione e il training del personale marittimo di bordo e di terra, l’aggiornamento e la formazione degli operatori a livello manageriale e operativo nell’ambito del cluster marittimo, la realizzazione di attività di prima formazione, formazione continua e adeguamento alle discipline marittime di titoli di studio non nautici.

In quest’ottica, la volontà e l’azione della Direzione si concretizzano relativamente a:

  • assunzione di impegni (esplicitati nel Verbale del riesame da parte della direzione) che devono essere soddisfatti dalla Direzione;
  • soddisfazione delle esigenze del cliente/utente, tramite l’erogazione puntuale di servizi di qualità, conformi ai requisiti di legge.
  • impegno dell’Accademia per la qualità, assicurando che tutto il personale comprenda quello che il cliente/utente desidera e partecipi al mantenimento e al miglioramento del Sistema di Gestione per la Qualità.
  • impegno dell’Accademia alla prevenzione di illeciti amministrativi da parte dei suoi dipendenti e dei suoi collaboratori, mediante l’implementazione di un adeguato Modello Organizzativo, la diffusione ai destinatari previsti del Codice Etico / di Comportamento e la vigilanza della sua applicazione attraverso un Organismo di Vigilanza indipendente, autonomo, onorabile e professionale.
  • soddisfazione del proprio personale, attraverso il miglioramento continuo delle conoscenze specifiche e del modo di operare, con l’addestramento necessario allo svolgimento delle proprie mansioni e all’attuazione del programma della Qualità.
  • rispetto dell’utenza, con un comportamento responsabile ed attento alla sicurezza, all’igiene del lavoro e alla protezione dell’ambiente.

L’Accademia si impegna ad ottenere reali miglioramenti della qualità aziendale:

  • riducendo sia il numero di reclami annuali da parte dei clienti/utenti, sia il numero delle non conformità, attraverso l’applicazione di opportune azioni correttive e preventive,
  • verificando la soddisfazione dei clienti/utenti.

A questo scopo, la Direzione dell’Accademia è impegnata a vigilare che questa politica sia compresa, attuata e sostenuta da tutto il personale a qualsiasi livello. La Direzione si impegna annualmente a riesaminare la Politica per la Qualità dell’Accademia per confermarla o aggiornarla secondo le esigenze.

Le attività della Fondazione Accademia sono articolate su due sezioni:

  1. sezione attività nazionale
  2. sezione attività internazionale

Gli obiettivi formativi di entrambe le sezioni sono l’alta formazione e il training del personale marittimo di bordo e di terra, l’aggiornamento e la formazione degli operatori a livello manageriale e operativo nell’ambito del cluster marittimo, la realizzazione di attività di prima formazione, formazione continua e adeguamento alle discipline marittime di titoli di studio non nautici.

Le attività della Fondazione sono articolate su tre processi afferenti a tre tipologie diverse di corsi:

  1. corsi per figure professionali tecniche;
  2. corsi internazionali;
  3. corsi per figure professionali non tecniche.

Gli obiettivi formativi generali sono l’alta formazione e il training del personale marittimo di bordo e di terra, del personale delle amministrazioni marittime di tutto il mondo, la formazione continua, l’aggiornamento e la formazione degli operatori a livello manageriale e operativo nell’ambito del cluster marittimo e la realizzazione.

Le attività che costituiscono l’oggetto sociale della sezione nazionale, messe in atto, presso la sede principale e le sedi distaccate, per realizzare gli obiettivi formativi, sono le seguenti:

  1. Formazione nell’ambito della marina mercantile dell’intera filiera afferente alle figure tecniche di bordo (settori di Coperta, Macchina o Logistica integrata), con lo scopo del loro inserimento nel mercato del lavoro marittimo;
  2. Formazione nell’ambito della marina mercantile delle figure non tecniche di bordo afferenti in particolare al settore hotellerie e turismo, con lo scopo del loro inserimento nel mercato del lavoro marittimo;
  3. Formazione nell’ambito della logistica integrata, in continuità con i programmi ministeriali riguardanti gli ex Istituti Nautici, oggi Istituti Tecnici Trasporti e Logistica;
  4. Formazione nell’ambito dei trasporti ferroviari;
  5. Formazione nell’ambito delle costruzioni navali;
  6. Formazione sotto il coordinamento e gli auspici dell’International Maritime Organization di ufficiali, operatori, dirigenti, quadri delle amministrazioni marittime di tutto il mondo;
  7. Formazione continua e permanente del personale di società attive nell’ambito dell’ampio cluster marittimo;
  8. Orientamento culturale e professionale dei giovani verso le carriere del mare;
  9. Promozione e realizzazione di studi, ricerche, pubblicazioni, convegni, partnership e network, nazionali e internazionali, per la conoscenza e la comunicazione dell’economia marittima;
  10. Promozione e realizzazione di studi, ricerche, pubblicazioni, convegni, partnership e network, nazionali e internazionali, per il miglioramento della qualità e l’armonizzazione dei sistemi di istruzione e formazione in campo marittimo.

La Fondazione agisce per il perseguimento del proprio oggetto sociale senza finalità lucrative e secondo i criteri di trasparenza e legalità come stabiliti dalle leggi nazionali, essendo beneficiaria di finanziamenti pubblici e privati.

 

Genova, 08/02/2021

La Fondazione Accademia Italiana della Marina Mercantile e il suo staff ritengono che quello dei trasporti marittimi, come regolamentato dalle norme e da una visione internazionali, insieme ad altri settori cruciali quali la logistica, il ferroviario, le costruzioni navali e le attività del turismo afferenti al mare, rappresentino settori chiave per garantire la condivisione e lo scambio di ricchezza, tale da garantire un benessere diffuso.

In quest’ottica riconoscono il ruolo determinante del personale di bordo e di terra di tutti i gradi, nonché l’importanza cruciale della sicurezza, della competenza, efficacia ed efficienza nella gestione dei trasporti sotto tutti i suoi aspetti. Elementi che possono essere affermati, consolidati e sviluppati attraverso una formazione e un addestramento di eccellenza, che si erga anzitutto a garanzia della salvaguardia di equipaggi, lavoratori (di bordo e di terra), passeggeri e merci, e che contribuisca allo sviluppo economico e sociale, con un’attenzione prioritaria dedicata anche alla tutela dell’ambiente.

L’aspirazione della Fondazione è di operare in costante conformità con la normativa internazionale, con l’obiettivo di diventare il principale soggetto di riferimento sul piano nazionale e di grande autorevolezza su quello internazionale, perseguendo l’usuale approccio d’avanguardia nell’affrontare e superare sfide d’innovazione poste via via dall’avanzamento tecnologico o dall’adeguamento normativo, senza escludere l’apertura di nuovi rami di attività in cui eccellere, sempre afferenti al cluster marittimo, della logistica, del ferroviario, delle costruzioni navali, del turismo e di ogni altro settore di competenza. Il tutto realizzato in una rigorosa ottica di miglioramento continuo, e con l’orgoglio di essere parte attiva della storia della marineria del nostro paese.

I valori dell’organizzazione sono quelli deontologici afferenti a fornitori di servizi di formazione e addestramento, mentre quelli di dettaglio, come espressi nel Codice Etico previsto dalla normativa nazionale, sono: onestà, imparzialità, correttezza, riservatezza, equità, trasparenza.

Agg. 08/02/2021