Ente Radar fa rete con altri centri di addestramento

By Ottobre 17, 2016 Novembre 29th, 2018 Archivio News 2016, News
enteradar 

Eugenio Massolo presidente di Accademia, Giorgio Pitacco
direttore Ente Radar,
Emanuele Bergamini (Litav),
Anna Izzo
(Studio Archimede), Dario Domenighini (CMA)

 

L’Ente Radar, insieme ad altri due importanti centri di addestramento liguri operativi nel settore marittimo (Litav e Cma), ha deciso di entrare a far parte di una rete di collaborazione, al fine di ampliare la qualità formativa rivolta al comparto.

L’obiettivo di questa iniziativa, presentata alla stampa e alle compagnie armatoriali il 13 settembre scorso, presso la sede di Confindustria a Genova, è volto ad aumentare la cultura e la qualità della sicurezza, binomio oggi imprescindibile per tutti gli operatori del settore marittimo.

Gli standard qualitativi mondiali sempre più elevati richiedono un grande impegno da parte non solo delle compagnie armatoriali ma anche dei marittimi stessi. Rientra nell’interesse di entrambe le parti ottenere una formazione il più possibile di qualità, competitiva, all’altezza dei migliori centri di addestramento internazionali.

Eugenio Massolo, presidente di Ente Radar, insieme a Emanuele Bergamini di Litav e Dario Domenighini di CMA, si sono dichiarati “estremamente soddisfatti di avere concluso un accordo operativo tra importanti centri di addestramento e formazione marittima che operano in Liguria e Nord Italia, al fine di offrire un’offerta di alta qualità, coordinata sull’intero territorio”.

Al di là dell’attuale emergenza -ha detto Massolo- che ha investito il settore marittimo, con la scadenza ormai prossima per il rinnovo dei certificati professionali e di conseguenza i ritmi serrati per frequentare in tempo tutti i corsi necessari, è giusto che i principali enti di addestramento in Liguria facciano questo balzo in avanti. Il nostro tentativo di costituire un Network ligure di eccellenza nel settore marittimo è volto ad aumentare la qualità e di conseguenza l’occupazione marittima. Siamo promotori di una iniziativa importante in una Regione che presenta potenzialità ottime e già presenti sul territorio.”

L’obiettivo di qu A coordinare le sinergie, lo Studio Archimede, una struttura condivisa dalle parti, che si occuperà di mantenere i contatti e scambiare le informazioni con le compagnie interessate.